Jump to content

Recommended Posts

Nel leggere il tuo tuffo nel passato, :)

mi son ritrovato a sognare anch'io . . .

 

Un peccato enorme vedere i Trulli ridotti così,

ma l'incuria e il tempo son brutte bestie . . . .

 

Mi ritrovo spesso ad andare a ricercare nelle vecchie foto

particolari che ho vivi nella mente ma che,

la penuria, allora come adesso, di "liquidità"

ha impedito di registrare su pellicola . . . . son sempre nello scatto mai fatto ;)

 

:P

 

Link to comment
Share on other sites

Arturo ha ragione Giacomo,Franco sembra un cacciatore più che fungaiolo.

Ricordi sicuramente molto belli rimasti impressi per delle circostanze particolari.

Salutami l'amico Franco appena possibile ci mangeremo un panino con la sarda in mezzo al bosco.

Link to comment
Share on other sites

ciao Arturo,

è bello ritornare nei posti dove si ritrova la serenità, mi ricordano un pò questi altri dove siamo stati con amicizia insieme a tanti amici nel 2011,

un abbraccio,

Ennio.

1)

post-791-0-10355500-1447096481_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

:clapping: :clapping: :clapping:

 

Belle le immagini di allora e quelle di oggi...

Emozioni magari differenti..ma belle e forti.. :D

 

Abbraccione fortissimo

 

Giuliano

Link to comment
Share on other sites

La gioventù è una ricchezza impagabile, peccato che ce ne rendiamo conto dopo.

Grazie a te ho avuto modo di godere degli stessi paesaggi e delle bontà della tua bella terra e le tue foto mi riportano là in quelle strade che scorrono tra i muretti di pietra, con i trulli, le masserie i campi, i pascoli ed i boschi.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

certo artù se penso che una parte del mio viaggio di nozze l'ho fatta in mezzo ai trulli, altro che bei ricordi, molto di più, l'unico problema è che avevo 30 anni ;)

Link to comment
Share on other sites

Tutte queste case, con i loro tetti e le loro mura a riparare e proteggere, appartenute a qualcuno costruite con la forza dei sogni, delle speranze.

Abitate, amate, che hanno visto mangiare, dormire, crescere figli e speranze , piccoli caldi nidi d'amore.

Da sempre davanti a piccoli villaggi abbandonati, con tetti sfondati e porte spalancate quasi un invito ad entrare per ascoltare le loro storie, non nego, ho pianto.

Lo sò è esagerato ma nel passato mi tuffo, mi emoziona alcune volte mi immalinconisce, ma lo cerco sempre e lo amo profondamente, per questo Artù grazie per aver fatto riaffiorare un lembo del tuo passato ma in fondo di tutti noi.

Questo mi piace leggere e condividere, un grande abbraccio e tanti baci.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use (privacy).