Jump to content

Ancora Rodengo........


 Share

Recommended Posts

Luoghi quelli delle Alpi da me mai visitati, chissà se il prossimo anno ci riesca.

 

Comunque bel racconto delle giornate trascorse sicuramente in ottima compagnia.... :biggrin:

 

e un pensiero a chi quest'anno non c'èra....

 

:give_heart:

 

ps.... un pò di mal di mare :00015014: qualche foto me l'ha stimolato ...il display orientabile a volte gioca brutti scherzi :scratch_one-s_head:

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 102
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

Guest paolo_68

Grande Pasquale!!!!!!!!!

Bellissimo miniraduno!!!!!!!!!!!!

Mi sarebbe piaciuto vedere quella panchina famosa di cui ho letto in un post passato ......

Vedere se è stata riparata ......

:derisive:

Link to comment
Share on other sites

Ci sono stato una sola volta a Rodengo e conservo un ricordo bellissimo.....

e rivedendo le foto.....m'è venuto un groppo alla gola, ripensando che conobbi Giorgio

li'...e gli dissi di cambiare la sua foto dell' avatar perchè sembrava.. suo nonno.

Che ridere, mi sfilo' da sotto i piedi un rosso che stavo per calpestare....

Ok...i posti sono sempre uno spettacolo

la radler pure.....peccato non esserci!!

Un abbraccione

Link to comment
Share on other sites

Caro Pasquale

 

complimenti per il post ................ per le immagini ma sopratutto per quello che vogliono rappresentare

 

:derisive: :friends:

 

 

 

 

 

 

p.s.

certo che visto che quest'anno non vado in montagna un pò di rosicamento mi è venuto !!!

Link to comment
Share on other sites

Dopo la giornata di domenica passata a "cazzeggiare" sull'Alpe di Rodengo

e a rinnovare usanze e tradizioni presso la malga Roner,

lunedì finalmente il raduno è entrato nel vivo con l'escursione in Val di Funes.

post-42-1249489726_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Il sentiero Adolf Munkel in Val di Funes rappresenta uno degli itinerari più affascinanti nelle Dolomiti

all’interno del parco naturale di Puez-Odle.

Il punto di partenza è la Malga Zannes (1680m) presso S. Maddalena a Funes.

 

Il sentiero numero 32/33 sale in costante pendenza seguendo il corso del torrente Ciancenon

fino a raggiungere l’Alta Via Adolf Munkel.

post-42-1249489890.jpg

Link to comment
Share on other sites

Prima del ponte, sulla destra, inizia in salita l'"Alta Via Adolf Munkel" - sentiero n. 35 che si snoda sotto il versante nord delle Odle in un susseguirsi di saliscendi e di scorci panoramici mozzafiato.

 

E' una esperienza unica: dalle rive del torrenteCiancenon, agli arbusti nani lungo il Sentiero delle Odle,

alle pareti strapiombanti sui pascoli alpini, per finire nell'ombrosa Foresta Nera.

post-42-1249490164_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

E infine.........

gli scorci affascinanti sulle pareti settentrionali (da sinistra a destra)

del Furchetta, Sass Rigais e sulle Torri del Fermeda premiano ogni fatica.

 

Al centro è ben visibile la Forcella del Mesdì,

la quale divide le Odle in due ed è l'unica che ne permette un facile, seppur faticoso, attraversamento.

 

In basso la famosa chiesetta di San Giovanni a Ranui.

post-42-1249490442_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Penso e spero che sia stata una escursione appagante sotto tutti i punti di vista, :derisive:

soprattutto pensando allo stinco.................. vero Aldo ?? :friends:

 

 

Finisco con una vecchia immagine delle Odle (Furchetta e Sass Rigais ) 3.025 metri di paradiso.

post-42-1249492397.jpg

Link to comment
Share on other sites

Martedì si cambia Vallata e si scende a Bolzano per poi risalire la Val Sarentino.

E' una valle a cui sono molto legato e che ho frequentato per molti anni,

sia alla ricerca di funghi sia anche per escursioni ed itinerari appaganti.

 

E quello che abbiamo percorso martedì è sicuramente uno dei miei "luoghi del cuore".

Così mi piace definire quelle località che, quando le attraversiamo,

riescono ad accarezzare in modo particolare il nostro cuore,

diventando paesaggi dell'anima, impressi indelebilmente dentro di noi.

post-42-1249507172_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Risaliti lungo la statale fino a Sarentino, abbiamo oltrepassato il paese e giunti al bivio di Campolasta,

abbiamo imboccato la strada che porta al lago di Valdurna.

Dopo due kilometri abbiamo svoltato a sinistra per una stradina molto stretta

e dopo qualche tornante abbiamo parcheggiato l'auto nei pressi della jausestation Messnerhof.

 

Questo punto di ristoro è un locale piccolino e gradevole

che possiede un'ampia terrazza con vista sulla valle,

alcune panche e tavoloni, ognuno dei quali ricavato da un'unica tavola di legno grossa 10 centimetri,

ombreggiati da alcuni enormi alberi di pero e noce.

post-42-1249507859_thumb.jpg

Edited by testa
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use (privacy).