Jump to content

Buongiorno abbiamo aggiornato il forum, esplorate e abbiate pazienza :D

 

 

Doni

Parliamo di lamelle?

Recommended Posts

Ovuli, prataioli, morette, famigliole, colombine, sanguinelli e pleuroti... cosa hanno in comune tutti questi funghi? La risposta è semplice, le lamelle.

 

Linneo nel lontano 1700 li avrebbe messi tutti in un unico gruppo quello degli Agaricus, ma da allora la micologia ha fatto passi enormi ed oggi grazie alle moderne tecniche di studio si è giunti a descrivere oltre 10.000 specie di funghi a lamelle e ancora molti sono da scoprire e classificare.

 

Ci sono oltre 200 generi (raggruppamenti di specie simili) di funghi con lamelle ciò fa comprendere quale possa essere la varietà di forme e colori che possono assumere queste strutture.

 

Vediamo allora qualche curiosità: di che colore possono essere?

 

Se il bianco è uno dei colori che domina, spesso presenta varianti e sfumature. Nel solo genere dei tricolomi ci sono lamelle bianche che col tempo tendono ad ingiallire come ad esempio quelle del Tricholoma argyraceum del gruppo delle morette, altre che si macchiano di bruno come è per gli amarissimi tricolomi bruni, altre che sembra siano timide e assumono una soffusa colorazione rosata come è per il Tricholoma orirubens.

 

post-2-0-73265700-1316687543.jpg

 

 

Ma in altri generi non mancano i colori accesi e tutte le sfumature: si va dalle lamelle aranciate del fungo dell’olivo (Omphalotus olearius), alle lilacine del Cortinarius camphoratus, alle sfumature verde-grigio della Clitocybe odora alle rosse di molte higrocibi.

post-2-0-83777200-1316687484.jpg

 

Alcune lamelle sono volubili e dopo un po’ cambiano abito è quanto accade ad esempio a quelle di molti agaricus (i prataioli) che da un tenue rosa passano ad un bruno cioccolata; ciò avviane perché le lamelle non sono solo belle ma hanno l’importantissimo compito di produrre le spore che servono a far sopravvivere la specie.

 

post-2-0-55756000-1316687821.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Variopinte e spesso eteree come nelle minuscole micene o consistenti e spesse come negli igrofori,

talmente fragili da rompersi al solo tocco come in alcune russale o resistenti, al tatto simili al lardo da cui il nome di lardacee, come nella pregiata colombina (Russula cyanoxantha),

alcune sono poi così evanescenti che in poco tempo non solo cambiano colore ma si liquefanno come avviene a quelle dei coprini

che per questo loro carattere erano chiamati funghi dell’inchiostro.

post-2-0-95569600-1316689574.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perfette simmetrie…

La perfetta simmetria della loro disposizione affascina, talvolta sono così fitte da non riuscire quasi a distinguerle come accade nella Volvariella gloiocephala

 

post-2-0-86195000-1316693944.jpg

 

altre volte mantengono una certa distanza, che in alcuni è così grande da lasciar intravedere la parte del cappello a cui si attaccano, si dicono allora spaziate.

Ci sono poi delle specie in cui tra lamella e lamella si creano dei ponti si parla allora di lamelle anastomosate come in Phylloporus (Xerocomus) rhodoxantus.

 

post-2-0-07270500-1316694129.jpg

 

Ci sono specie nelle quali alcune lamelle non raggiungono il gambo si parla allora di lamellule,.

Ma la simmetria può essere rotta da un profilo (filo lamellare) ondulato o ancora seghettato o da minuscole goccioline simili a lacrime come accade nella Psathyrella lacrimabunda.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E con il gambo come vanno le cose?

Alcune preferiscono.. mantenere le distanze e allora si parla di lamelle libere come è per le amanite, gli agaricus e tante altre specie; altre invece si avvicinano sino a toccarlo e si parla allora di lamelle adnate, altre ancora dimostrano il loro grande filling per il gambo e scendono lungo di esso, prendendo il nome di lamelle decorrenti, come accade in tutti i cardoncelli.

Infinite combinazioni di forme, colori e dimensioni oltre che odori sì avete capito bene perché spesso è proprio strofinando le lamelle che sentiamo l’odore farinoso, rafanoide o di accao dei funghi che ci aiutano a riconoscere i funghi che raccogliamo!

post-2-0-51655300-1316694331.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi volete aiutare a finire questo post? Mi servirebbero le foto di

Lamelle libere

Lamelle adnate

Lamelle decorrenti

Vi va di inserirle? Poi possiamo vederne tanti altri tipi.

inizio io con le lamelle libere

post-2-0-80798100-1316694705.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono un misto tra adnate e sub-decorrenti che è tipico delle Russulales (Russula e Lactarius)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Doni mi raccomando non smettere perchè sto capnedo anche io e quindi va benissimo :biggrin:

 

Mi impegnerò per cercare le foto, ma di solito non stacco i funghi per fotografarli

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mannaggia al grilletto facile :biggrin:

 

 

Edited by pietragi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto molto interessante.. Attendo il seguito :clapping: :clapping:

 

 

P.S. Mi sono persa sulle lamelle adnate :chin:

Share this post


Link to post
Share on other sites

E con il gambo come vanno le cose?

Alcune preferiscono.. mantenere le distanze e allora si parla di lamelle libere come è per le amanite, gli agaricus e tante altre specie; altre invece si avvicinano sino a toccarlo e si parla allora di lamelle adnate, altre ancora dimostrano il loro grande filling per il gambo e scendono lungo di esso, prendendo il nome di lamelle decorrenti, come accade in tutti i cardoncelli.

Infinite combinazioni di forme, colori e dimensioni oltre che odori sì avete capito bene perché spesso è proprio strofinando le lamelle che sentiamo l'odore farinoso, rafanoide o di accao dei funghi che ci aiutano a riconoscere i funghi che raccogliamo!

 

 

Molto molto interessante.. Attendo il seguito :clapping: :clapping:

 

 

P.S. Mi sono persa sulle lamelle adnate :chin:

 

Come dice Doni, adnate sono collegate al gambo per tutto il loro spessore...

 

queste sono adnate

post-32-0-97783700-1316728867.jpg

Edited by Gibbo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ci vedo il Marzuolo almeno in questo stadio della sua crescita.....

post-32-0-76295200-1316729181.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

io metto questa foto di

 

omphalotus olearius dove le lamelle sono molto decorrenti e con lamellule

post-416-0-80135900-1316730546.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

APasseggionelBosco ODV

L'Associazione APB

Contatti: Soci - Forum - PEC

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use (privacy).