Jump to content

Rinascita


pietragi
 Share

Recommended Posts

Mi sono accorto che spesso in questi boschi si guarda solo per terra e non ci si accorge delle forme strane che a volta sono attorno a te, di come il bosco cambia da un anno all’altro, vuoi per eventi naturali vuoi per colpa dell’uomo. Camminare in questi boschi è strano, li sento e li vedo abbandonati, si frequentano solo per i funghi, per la caccia, le castagne o la legna, ma forse in pochi li amano davvero.

 

post-3359-0-42139600-1316536938.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 75
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ho fatto tanti incontri, forse l'unico essere umano in quei boschi in certi periodi rende gli animali meno attenti e timorosi. E come in ogni giallo che si rispetti ho visto i colpevoli degli scavi in alcune mie fungaie che ogni anno vengono stravolte da questi animali sgraziati, ma molto forti.

 

Qui ho beccato solo l'ultimo vagone del treno in fuga dopo avermi sentito, uno dei piccoli, quello accerchiato.

post-3359-0-81305300-1316536991.jpg

Edited by pietragi
Link to comment
Share on other sites

Vista la situazione di Giugno in una giornata molto calda in cui il sole e le pendenze mi facevano soffrire, ho deciso di battere i boschi più assolati che conosco, tagliati male e sporchi in diversi punti, ma ci passo quasi sempre per vedere qualche capriolo. Questo ha atteso da 5-10 metri il cambio dell’obiettivo e che gi scattassi qualche foto, incuriosito più che impaurito. Penso che siamo stati 5 minuti a studiarci e guardarci, di solito sono molto più timidi e timorosi. Poi si è messo a giocare a nascondino con me, scappava per 5 metri e poi si fermava a guardarmi, io gli andavo dietro salendo piano e questo gioco mi ha fatto anche trovare un bel porcino.

 

post-3359-0-39693600-1316537045.jpg

Link to comment
Share on other sites

Le sofferenze di un amico mi hanno portato a navigare in acque che di solito non frequento alla ricerca di un salvagente ideale da offrirgli. E visto che a volte i desideri si avverano il primo pensiero nel vedere questo fungo sul sentiero, in territorio non suo (quella è più zona da edulis) è stato che fosse un regalo per chi ama tanto questo fungo. Poi questo regalo ideale rimane qui, ma spero lo apprezzerà.

 

post-3359-0-56063000-1316537076.jpg

Link to comment
Share on other sites

Siamo arrivati anche al Lago Scaffaiolo, obiettivo di Pasqua non raggiunto per poche centinaia di metri causa neve, ed anche in questo caso è stato un arrivederci, perché il posto merita una visita col bel tempo e con meno gente.

 

post-3359-0-42919900-1316537169.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ho calcato altri sentieri, altri luoghi di questo Appennino, ma nessuno mi ha dato quella scossa che cercavo, isolo uno mi ha fatto sentire a casa mia. Ora sento di avere un mio luogo ed è come se fossi riuscito a mettere le radici in una terra che sento mia anche se non sempre mi sono sentito accettato.

 

post-3359-0-46173200-1316537195.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ma alla fine il cuore mi ha portato sempre, qui ad osservare i cambi di colore delle stagioni e i giochi di luce di sole e nuvole, a nascondermi alla vista delle persone per poter vedere con calma e con al dovuta attenzione questi luoghi

 

post-3359-0-50801100-1316537219.jpg

Link to comment
Share on other sites

E per condividere tutto questo con chi non mi poteva seguire ho portato piccoli pezzi di “questo cuore” a casa per condividerli con la persona che amo. E ora cerco di portare un piccolo pezzo di Appennino a casa vostra, con un pensiero speciale a chi lì non ci può arrivare, per questioni fisiche o geografiche.

 

post-3359-0-16668800-1316537247.jpg

Link to comment
Share on other sites

Un contenitore di fragoline o di lamponi o di mirtilli in questo caso non ha un valore economico, avrei anche potuto comprarli, ma mettere al servizio di chi non può esserci questa fatica è secondo me un gesto importante.

 

A chi era più lontano ho potuto portare le marmellate, raramente frutta fresca.

 

Vedere le dimensioni di queste fragoline fa impressione, basta scendere di dislivello di 100-150 metri per trovare fragoline “non dopate”, quelle che conoscono tutti. Quante marmellate abbiamo fatto in questo periodo, un po’ per scherzo, ma è stato un momento di condivisione fondamentale.

 

post-3359-0-15124100-1316537268.jpg

Link to comment
Share on other sites

In ambito fungino la vera protagonista è stata lei: la virescens che non avevo mai consumato. Ho convinto Ale a provarla e da allora non fa altro che chiedermi se gliene porto a casa da fare in padella o sottolio. E pensare che all’inizio solo vedere il colore storceva il naso, ma si sa che a volte l’apparenza inganna…

 

post-3359-0-86976600-1316537293.jpg

Link to comment
Share on other sites

La mia speranza inconfessabile è che nei dintorni di questi monti ci facessero anche dei funghi, vedremo se il tempo mi darà ragione, so che qui ci arriva un sacco di gente, per cui bisogna scovare angoli fuori mano, ma questa sarà un’altra storia, sarà lunga e vedremo come andrà, per adesso ho seminato, da qui al raccolto ci vorranno molti anni.

 

Questi mi hanno fatto rimanere a bocca aperta, Carletto conto prima o poi di portarti da queste parti e di farti godere di questi colori che apprezzi.

 

post-3359-0-69171100-1316537315.jpg

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use (privacy).