Jump to content

La neve nei boschi di Fiemme


tyrnanog

Recommended Posts

Ieri è caduta neve per tutto il giorno, 20 cm circa, quindi oggi pensavo di fare una brevissima (mi sono alzato tardi; che diamine, almeno di sabato!) passeggiata nel bosco, armato della solita compattina, in cerca solamente di candidi paesaggi. Infatti volevo postare, come di consueto, su “le nostre uscite”, ma, visto che non andavo in cerca di funghi e che le “sorprese” di oggi riguardano piccoli aspetti della natura pur sempre da amare e proteggere, mi è sembrato questo il luogo più congeniale.

Appena imboccato il sentiero sopra casa, la vista si allarga sul Monte Feudo, estrema propaggine meridionale del Gruppo del Latemar.

post-3431-1260033022_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Dopo poche decine di metri il sentiero si inoltra nel Bosco Fontana, dove gli alti fusti di peccio disegnano finestre che riquadrano i prati innevati e, a destra, uno spioncino dal quale fanno capolino le ultime case di Predazzo. A breve anche una parte del prato potrebbe cambiare volto dato che è in programma di realizzarvi alcuni box auto (speriamo almeno che siano interrati a regola d’arte come pubblicizzato).

post-3431-1260033099.jpg

Link to comment
Share on other sites

Su questi prati, pochi giorni fa, vi ho mostrato alcune capre che ora… sono sempre lì nonostante la neve!

Troppo distanti oggi per fotografarle, si sono ricavate un comodo rifugio sotto un grande e solitario peccio, brucandone i rami che toccavano terra (mentre sto scattando questa foto, una capra, in lontananza, si sta arrampicando su un larice per brucarne persino i rami spogli. Mangiano proprio di tutto, peggio delle cavallette... ma sempre meglio dei parcheggi!)

post-3431-1260033180.jpg

Link to comment
Share on other sites

Alle pendici del Bosco fontana, con accesso dalla strada forestale, l’antico Maso Brigadoi fa capolino da sopra il cancello in legno.

Quand’erano piccoli, i miei figli lo chiamavano la “casa che vola”, perché di notte è illuminato da alcuni fari, ovviamente predisposti ad arte, che lo fanno sembrare sospeso a mezz’aria nella massa nera e indistinta dei boschi del M. Mulàt.

Ora il Maso è in procinto di essere trasformato in… 8 miniappartamenti per vacanze! Non è la ristrutturazione in sé che desta preoccupazione, in fondo un edificio è logico che venga “abitato” anche se circondato o quasi dal bosco, ma secondo me è pericoloso inserire al giorno d’oggi una tipologia d’uso abitativa, di tipo “privatistico”, direttamente nell’ambiente naturale, perché è incontrollabile; sarebbe meglio in paese. Ci vedrei piuttosto una struttura di vacanze per piccole comunità (comunità di recupero, centri per portatori di handicap, circoli pensionati di questa o quella ditta… ce ne sono un’infinità); sicuramente, dato il diverso sistema di gestione, il controllo dell’impatto che la struttura avrebbe sull’ambiente sarebbe maggiore. Ma ci sono sempre meno Amministrazioni Locali attente a queste problematiche.

 

P.S. Appena a monte del Maso e sull’altro lato, rispetto al punto di ripresa, in estate ci sono due fungaie di porcini niente male; speriamo bene!

post-3431-1260033238_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ancora lei!!!... Prima sorpresa…

La Bovista acuminata che ho postato almeno due mesi fa è ancora al suo… post…, solamente con le “rughe da vecchiaia” un po’ più accentuate.

Qualche goccia d’acqua sulle punte del muschio costituiscono l’unico indizio della presenza della neve all’intorno; il fungo infatti è nato su un masso protetto da un piccolo peccio, dai rami fitti e molto ravvicinati, che, ci scommetterei la testa, è parecchio più vecchio di quello che vuol dare a vedere.

A giudicare da quello che hanno postato Ennio e peter dovrebbe trattarsi di un fungo piuttosto raro; spero che la raccolta del muschio (il suo vero habitat) per realizzare il presepe, raccolta ancora parecchio in voga da queste parti, non lo penalizzi.

post-3431-1260033288.jpg

Link to comment
Share on other sites

… qualche insetto; in questo caso una forficula. In realtà erano due, visibilmente più piccole di quelle che solitamente troviamo nelle nostre cantine; forse appartenenti ad un’altra specie, comunque due maschi, perché dotati dei classici cerci lunghi e incurvati a “tenaglia”. Sembravano morti, ma non ci giurerei, infatti…

post-3431-1260033383.jpg

Link to comment
Share on other sites

Il campanile della chiesa, che spunta tra il bosco e il prato, si mimetizza coperto di neve, ma i suoi rintocchi annunciano ugualmente l’ora di pranzo quindi, anche per oggi, si rientra e… alla prossima puntata (sperando che i parcheggi non giungano fin quassù).

 

Daniele

 

P.S. mi sono accorto solo mentre le inserivo che alcune foto, benchè di "peso" corretto, non rispettavano la regola delle dimensioni max (800x600); spero che per questa volta mi perdonerete.

post-3431-1260033632_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

ciao Daniele, mi piacciono molto queste tue "escursioni minime" . Mi viene questa frase:

 

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi

 

che ci fanno scoprire cose ignorate da osservatori meno attenti: e tu li hai e ce ne fai partecipe. :club:

Link to comment
Share on other sites

ciao Daniele, mi piacciono molto queste tue "escursioni minime" . Mi viene questa frase:

 

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi

 

che ci fanno scoprire cose ignorate da osservatori meno attenti: e tu li hai e ce ne fai partecipe. :club:

 

Concordo con Paola.

Mi sembra di essere stato lì e di aver fatto insieme con te una breve passeggiata disintossicante dopo il lavoro (praticamente in poche parole ho descritto un mio sogno).

 

:club:

Paolo

Link to comment
Share on other sites

La montagna

 

la neve

 

la tua compattina

 

il tuo simpatico nik

 

ogni tua puntata e' una gran bella boccata d'osigeno....

 

Qui a Roma oggi si sono sfiorati i 20°

 

quindi almeno per me.....l'inverno

 

sono solo i tuoi occhi e le tue foto.

 

:club: S.S.

Link to comment
Share on other sites

:club: :club:

 

Bellissime immagini...oramai invernali..

 

Grazie....

 

Le capre non le ho viste...ma sono un vecchio intrampolo..

 

Un Abbraccio

 

Giuliano

Link to comment
Share on other sites

Ciao Daniele,

è molto bello per me, poter rivedere in veste invernale questi boschi che frequento con "l'abito estivo",

Ennio.

post-791-1260055373.jpg

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use (privacy).