Jump to content

Recommended Posts

Calcolate che non avevo il cavalletto con me .....le foto ho cercato di farle il meglio possibile per capire le loro caratteristiche principali.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 39
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Non scusarti Andrea, penso che manifestare i propri dubbi sia lecito senza problemi

Anzi ... se vogliamo approfondire il discorso sui Tricholomi grigi, che molto spesso inducono in errore molti cercatori inesperti, apriamo una apposita discussione e parliamone in maniera esauriente.

in attesa,di sentire il parere degli altri Moderatori,e contando in un tranquillo confronto in privato,tra i vari protagonisti della diatriba,visto che la discussione è proseguita su argomentazioni ch

Posted Images

Questo dovrebbe essere un portentosum...almeno credo....

habitat castano altezza mille metri circa.

Tempo umido.

 

La particolarita' era questo colo giallognolo sotto le lamelle e sul gambo

 

post-2095-0-44524800-1415725813.jpg

Link to post
Share on other sites

Le mie domande o dubbi sono queste.

 

Si trova anche in faggeta ?

Si puo' scambiare con altri funghi simili??

 

Alcune persone mi hanno detto che e' molto buono da mangiare.

E' solo questine di gusti??

 

post-2095-0-98805800-1415726023.jpg

Link to post
Share on other sites

ciao Andrea,

mò che ta preso la mania de fotografà li funghi solo col macro?, ehh!

 

scherzi a parte, se non metti qualche fotogramma in campolungo non si riesce a vedere il fungo nella sua interezza, in questo caso il cappello è un po' da "immaginare" in quanto avresti dovuto fotografarlo da sopra e soprattutto.... un solo esemplare non è sufficiente per una determinazione.

Ti allego una foto di una mia raccolta di Tricholoma portentosum fatta in una pineta calabra nell'ottobre 2006, dove si vede bene la cuticola pileica su tonalità grigio scuro "metallizzato"

Ennio.

PS: si, si può trovare anche nelle faggete.

post-791-0-34063500-1415728153.jpg

Edited by Ennio
Link to post
Share on other sites

Ne abbiamo trovato uno solo, pero' ce l'ho in frigorifero perche' domani mattina li studiamo.

Appuntamento alle 08,00

 

Provo a rifare una foto al cappello-

Link to post
Share on other sites

ciao Andrea,

mò che ta preso la mania de fotografà li funghi solo col macro?, ehh!

 

scherzi a parte, se non metti qualche fotogramma in campolungo non si riesce a vedere il fungo nella sua interezza, in questo caso il cappello è un po' da "immaginare" in quanto avresti dovuto fotografarlo da sopra e soprattutto.... un solo esemplare non è sufficiente per una determinazione.

Ti allego una foto di una mia raccolta di Tricholoma portentosum fatta in una pineta calabra nell'ottobre 2006, dove si vede bene la cuticola pileica su tonalità grigio scuro "metallizzato"

Ennio.

PS: si, si può trovare anche nelle faggete.

La cuticola pileica si , ma il fatto che ha queste colorazioni gialle sotto le lamelle e sul gambo non e' abbastanza indicativo???

Link to post
Share on other sites

Dato che il fungo ce l'hai ancora verifica se la carne profuma di farina impastata e se e' grigiastra sotto la cuticola, controlla anche se il gambo e' pieno e consistente. Naturalmente prima fotografa bene il cappello come ti ha suggerito Ennio

Ciao

p.s. ma Cesare che ne pensa? Non l'ha visto?

Link to post
Share on other sites

... e questo capita spessissimo nelle mostre, le persone prendono in mano un fungo per osservarlo meglio (nonostante ci siano cartelli che lo vietino) e poi lo ripongono in un posto sbagliato e anche con i continui controlli qualcosa può sempre sfuggire.

un salutone,

Ennio.

vedo solo ora i vari messaggi che si sono susseguiti in questo post, ripeto: conosco il Micologo citato da Piccio e posso ipotizzare che il fungo fotografato da Andrea magari non è lo stesso esemplare determinato da Alberto.

Comunque sia vale sempre il discorso più volte evidenziato nei forum "un conto è esaminare un fungo dal vivo, sentire l'odore, il sapore, osservare l'eventuale viraggio, la consistenza della carne, ecc." altro è vederlo solamente tramite web e addirittura un solo elemento.

un salutone a tutti,

Ennio.

L'immagine non consente secondo me una determinazione certa.

Anche se l'ipotesi di Ennio, avallata da Stefano, puo' essere più' o meno condivisibile, mi sembra, sinceramente, impossibile che un micologo esperto possa scambiare un'Inocybe per un comunissimo T. terreum.

Ciao

ciao a tutti

credo doveroso questo intervento di chiarimento che faccio in collaborazione con il micologo alberto, a questo punto ci tenevo ad approfondire la questione telefonando ad alberto il quale mi autorizza ad inserire il suo parere e spiegazioni varie, chiaramente con massimo rispetto sia da me che da alberto per tutti quelli che hanno espresso il loro parere

 

"faccio presente che la determinazione di Tricholoma terreum è avvenuta sulla base di quanto segue:

- il fungo è stato raccolto sotto pino (l'ha portato Andrea Piccirilli); non ha odore; quando è arrivato (prima di essere stato abbondandemente manipolato da più soggetti) il cappello era di colore grigio con leggera feltratura; la sporata (anche ieri) risultava bianca; il gambo, una volta rotto si è aperto a fiore, come può testimoniare Cesare Curi che era presente. Pertanto insisto nella determinazione perlomeno di Tricholoma gruppo terreum. Potrei infatti discutere su una ipotesi di Tricholoma gausapatum, ma posso assicurare che in queste condizioni risulta indistinguibile dal T. terreum.

Per quanto riguarda l'ipotesi di Inocybe maculata, prima consiglio di andarsi a vedere qualche immagine della stessa, poi leggere le descrizioni di più autori.....cappello con umbone acuto....lamelle che si tingono di camoscio chiaro (effetto della sporata).......odore spermatico-fruttato ....... habitat latifoglia...... ecc.

Aggiungo quanto diceva un Grande Micologo: Ogni fungo è uguale a nessun fungo! Questo per tenere sempre presente ed in grande considerazione la 'variabilità della specie'.

 

ciao a presto

Link to post
Share on other sites

in attesa,di sentire il parere degli altri Moderatori,e contando in un tranquillo confronto in privato,tra i vari protagonisti della diatriba,visto che la discussione è proseguita su argomentazioni che esulano dal vero contesto del Post,ovvero una determinazione di un fungo,mi trovo costretto a chiudere la discussione qui.

Sperando che possiate comprendere il mio intervento con la necessaria serenità che vi contraddistingue,auspico anche un pronto chiarimento,tra di voi,così dal poter riaprire la discussione,assolutamente interessante,dal punto di vista strettamente micologico.

Edited by Moderatore
  • Like 2
Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use (privacy).