Jump to content

Recommended Posts

Cari amici,

vista la vostra passione per questi funghi cercherò di dare a tutti qualche informazione in più, lo so che sapete tutto anche in quanti secondi crescono ad una determinata temperatura ma magari qualcosa sfugge anche a voi così ne approfitto....

 

La legge

La legge definisce "Porcini" i funghi del genere Boletus appartenenti alla sezione edules , ne ammette la vendita sia allo stato fresco, che confezionato o secco, a tal proposito i funghi porcini sono gli unici che possono essere venduti secchi allo stato sfuso.

In alcune regioni è stabilito il limite massimo di raccolta giornaliera per funghi di questa specie

 

Per chi acquista i funghi secchi (lo so che voi non ne acquistate ma può capitare) alcune notizie utili:

- sappiate che per i funghi secchi sfusi la legge non prevede l'obbligo di controllo da parte del micologo nè pubblico, come avviene per la vendita dei funghi freschi, nè pirvato, come è nel caso dei funghi secchi confezionati.

 

- la legge prevede delle menzioni qualificative per i porcini secchi stabilite in base alla perfezione del prodotto, meno sono i fori causati dalle larve, più integra è la sfoglia, più uniforme è il colore migliore è la qualità del prodotto; si passa dalla categoria "extra" a quella "speciali" poi "commerciali" "briciole" ed in fine "polvere", chiaramente il maggior prezzo sarà giustificato per la categoria extra.

 

- sulle bustine di porcini secchi deve esserci riportato il nome di chi ha confezionato e soprattuto del micologo che ha certificato, cioè controllato la partita.

 

-se poi vi dovesse capitare di comprare dei porcini secchi e di trovarne alcuni amari sappiate che siete stati frodati e che in mezzo vi era il Tylopilus felleus, specie similissima e confondibile con i Boletus sez edules m caratterizzata da un sapore amarissimo della carne.

 

 

Riferimenti sulla normativa citata:

- L. 23.agosto.1993 n°352 così come modificata dal D.P.R. 14 luglio 1995 n° 376

-Decreto Min. Sanità 29 novembre 1996 n° 686

-Decreto ministeriale 9 ottobre 1998

 

 

FOTO: B. edulis Jonny - B. aereus Salentino - B. pinophilus Fuoriclasse - B. aestivalis Andre

post-1-1110712401.jpg

Link to post
Share on other sites
  • Replies 51
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

In tavola

Moltissimi considerano i porcini i migliori funghi e il loro consumo privo di qualunque pericolo allora ci penso io a mettervi in guardia contro possibili problemi:

-evitare il consumo al di sotto dei 12 anni per evitare che con il passare del tempo si possa andare incontro a fenomeni di intolleranza abbastanza diffusi.

-evitare di consumarli allo stato crudo perchè hanno dato diversi problemi di intolleranza

-spesso si registrano casi di intossicazione dal consumo di porcini non legate strettamente ad una tossicità intrinseca della specie quanto ad errori di conservazione, i funghi cone tutti gli alimenti si deteriorano e possono provocare intossicazioni se consumati in tali condizioni.

Link to post
Share on other sites

Boletus edulis Bull. Fr.

 

Cappello: carnoso da emisferico a convesso ed in fine appianato, cuticola finemente vellutata nel giovane poi untuosa rugosa, da nocciola a bruno castano, solo il margine si presenta con un filo bianco.

 

Imenio tubuli adnati, pori piccoli bianchi che con la maturazione delle spore assumono un colore olivastro, sia i tubuli che i pori non virano al tocco e al taglio.

 

Gambo: obeso poi ventricoso cilindraceo, negli esemplari giovani bianco poi nocciola decorato da un evidente reticolo bianco esteso su gran parte della superficie.

 

Carne: soda compatta poi con l’età più molle, bianca ad eccezione di pochi millimetri al di sotto della cuticola dove si presenta brunastra, di odore gradevole tipico e dal sapore di nocciole.

 

Habitat: ubiquitario associato sia a latifoglie che a aghifoglie, da fine estate a tardo autunno

 

 

Nella foto si nota bene il colore bianco del gambo su cui si evidenzia anche il reticolo

 

Foto di Leo

post-2-1108541020.jpg

Link to post
Share on other sites

Boletus edulis Bulliard: Fries

 

 

In questa seconda foto si nota il colore più chiaro della cuticola al margine e soprattutto la vischiosità del cappello su cui sono rimasti attaccati residui di rametti, il gambo inizia già a colorirsi ma i pori sono ancora bianchissimi e serrati.

 

foto di Jonny

post-2-1108541141.jpg

Link to post
Share on other sites

Boletus edulis Bulliard : fries

 

 

In questa terza foto si nota ancora che il cappello è vischioso perchè vi sono rimasti attaccati dei residui, ancora ben visibile il margine bianco e si nota anche che il reticolo non si estende sino alla base del gambo

 

 

 

Foto di Patrizio

post-2-1108541318.jpg

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Boletus aereus Bull.:Fr.

 

Cappello: 4-30 cm, emisferico sino a piano convesso, margine eccedente e quasi sempre regolare; la cuticola è asciutta in condizioni di elevata umidità diviene untuosa, di colore bruno scuro mai uniforme presenta quasi sempre aree decolorate.

 

Imenio: tubuli lunghi bianchi come i pori, piccoli e immutabili alla pressione che a maturità divengono olivastri per la sporata

 

Gambo: 5-20 x 4-13 cm, sodo e robusto, di tipica forma panciuta negli esemplari giovani e slanciato negli adulti, di colore da biancastro ad ocra, decorato da un fine reticolo concolore al gambo e spesso presente solo nella parte alta dello stesso.

 

 

Carne: soda consistente bianca immutabile, non colorata al di sotto della cuticola, di odore e sapore tipico.

 

Habitat: delle quattro specie è la più termofila e cresce sotto latifoglie prediligendo i boschi di quercia e di castagno. Molto diffuso nelle regioni meridionali.

 

Foto di Salentino

post-1-1109860980.jpg

Link to post
Share on other sites
.................

FOTO: B. edulis Jonny - B. aereus Salentino - B. pinophilus Fuoriclasse - B. aestivalis Andre

 

 

Mi stavo rileggendo il post :wall: (piccolo ripassino serale :) )

e non vorrei dire una castroneria, ma nella foto riassuntiva quello di Fuoriclasse

....siamo sicuri che è un Pinophilus?? :chin: Io avrei giurato per un edulis: colore del gambo margine con filo bianco del cappello e non ultimo....colore del cappello.

 

Chiedo conferme

Ciao Giuseppe

Link to post
Share on other sites

Boletus pinophilus Pilat e Dermek

= Boletus pinicola (Vittadini) Venturi non Swartz

 

Cappello :5-25 cm di diametro, emisferico infine appianato, margine del cappello da incurvato a disteso in genere irregolare. Cuticola tipicamente vischiosa, grinzosa si presenta bruno vinosa – rossiccia con parti decolorate in genere lungo il bordo del cappello.

 

Imenio: tubuli bianchi come i pori che tendono al giallo prima di diventare verde oliva, immutabili al tocco.

 

Gambo: 5-12 x 5-8 cm negli esemplari giovani tipicamente obeso poi si allunga mantenendo sempre un aspetto tozzo ma soprattutto sempre con una base bulbosa. Biancastro tipicamente sfumato di bruno-rossastro presenta un reticolo concolore.

 

Carne : soda bianca compatta odore e sapore debole e gradevole, al di sotto della cuticola si presenta rossastra.

 

Habitat: sotto conifere e latifoglie, quali faggio, castagno e betulla. Tipico di areali nordici per la predilezione delle basse temperature

 

Foto bellissima di Tstrom

post-2-1109846078.jpg

Edited by Doni
Link to post
Share on other sites

x Giuseppe

 

premetto che dalle foto è possibile sbagliare ma mi sembra che il colore della cuticola sia rossastro, il margine biancastro ci sta anche con B. pinophilus, la rugosità ci sta bene, il gambo è soffuso di bruno e anche questo va bene,

habitat mi sembra di vedere aghi ... certo certezza da una foto non la si può avere ma c'è sempre Massimo che almeno di porcini spero se ne intenda :halla: :halla:

 

Donatella

 

 

 

PS preso atto della conferma di Fuoriclasse che non si tratta di un pinophilus ma di un edulis ho provveduto a cambiare la fotografia sostituendola con un pinophilus sempre fornito da fuoriclasse :D

Ammazza che occhio che c'avete per i porcini, persino in foto!!!!! :P

Link to post
Share on other sites

Grazie Donatella per la tua pronta precisazione,

si forse Massimo potrà chiarirci meglio.

Forse non è fondamentale,

ma visto che era una foto all'interno della sezione didattica,

può essere importante fugare i dubbi.

 

D'accordissimo che con le foto ci si può sbagliare sptt

in relazione alle tonalità di colore

che a volte sono falsate dalla digitale e dal video

 

Grazie ancora :)

 

Ciao Giuseppe

Link to post
Share on other sites
forse Massimo potrà chiarirci meglio

 

Massimo vede solo mocciconi, una untolenta specie che spesso compare dalle sue parti :D :D

Ad onor del vero l'immagine del pinicola non mi sembra delle più rappresentative.

Che dici Doni, la cambiamo? Ciao :)

Link to post
Share on other sites

Ciao!

 

Hei, Ci vorrebbe un esperto di pinophilus! Con qualche bella foto rappresentativa, in habitat!! :)

 

Io no, ho iniziato a trovarli solo da poco :(

 

Possibilmente di faggeta appenninica, habitat dove sembrano vegetare al meglio! :P

 

Che dite, due scatti rappresentativi ?! ;)

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use (privacy).