Jump to content

Recommended Posts

Prima volta che lo vedo, ad essere sincero i frutti credo di averli visti in qualche supermercato. :give_rose: :give_rose: :give_rose:

Share this post


Link to post
Share on other sites

spiegazioni molto interessanti ... grazie ... da me ci stanno tante piante di carrubo ed ogni tanto quando passo vicino

mi piace prendere una bacca matura e succhiare la sua polpa cosa che facevo spesso da ragazzino :derisive: ... dalle mie parti

viene pure usata per aromatizzare il file ferru, se avete qualche bacca provate non e' niente male ... :drinks:

Share this post


Link to post
Share on other sites
:snoozer_05: Belle foto e meravigliosi alberi, quando ero piccolo ed ero in vacanza dai parenti in Puglia, ne vedevo parecchi in quelle zone, belli quando fruttificano. :friends:

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

PS: non ne sono certo perchè gli anni passati sono troppi :tongue:

ma mi pare di ricordare che anche quì da noi ci fossero queste piante

e i loro frutti venivano dati in pasto agli animali, ma in alcuni casi,

vista la povertà, alcune famiglie ne facevano uso alimentare e....nell'ignoranza di quel tempo,

venivano spesso prese in giro, additate come se l'essere poveri e mangiare le carrube

fosse chissà quale colpa!!!

Chiederò ai miei vecchi, forse mi sapranno dire di più! :yes3:

 

 

Tanti anni fa anche qui da me il "caldi o'bej" (il venditore di castagne) ne aveva sul suo banchetto, le mangiavano anche noi ragazzi, non credo però di averne mai viste di queste piante nei dintorni, aspettiamo il nonno Patty, magari al sud (da lui) :lmao: crescevano ciao :friends:

 

 

 

Come sempre, quando ci si affida ai ricordi, c'è una parte di verità e un'altra che il tuo cervello elabora

nei modi più strani, come una storia che racconti a te stesso perchè, forse, ti piacerebbe così, mah!

Comunque;

ho chiesto ai miei vecchi e.....si c'erano delle piante che noi chiamavamo " carùbi " nel nostro dialetto,

ma non erano quelle postate da Andrea, bensì una specie simile, che mia madre chiamava Carrube selvatiche,

che non erano buone per nulla, se non per integrare il pastone per i maiali.

Le famiglie povere che le mangiavano, invece, c'erano veramente, ma il modo col quale si procuravano le carrube

era ancora più degradante di quanto immaginavo;

le andavano a " rubare " dalle greppie degli animali da stalla, perchè i fittavoli facevano arrivare

dal sud, con vagoni merci, questi frutti, per poi darli in pasto come integratori alle loro bestie,

ma evidentemente....integravano anche altri........

Storie tristi, ma vere, che dovrebbero farci riflettere, specie sui nostri attuali lamenti! :friends:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da piccolo ne avevo un'albero vicino casa,erano le mie "caramelle :biggrin: " molto buone bel reportage un' :hug2: Aldo

Share this post


Link to post
Share on other sites

interessantissima scheda...anche io da ragazzino ho assaggiato il frutto,stoppaccioso ma dolce

Share this post


Link to post
Share on other sites

Afò stoppaccioso si ma tante bone :biggrin: a quei tempi che nun girava na lira :Mauridia_03: vista la mia tenera età per me le carrubbe erano oro per il mio palato e le apprezzo tutt'oggi,se ne trovo n'albero lo faccio fori me le magno tutte ahahhha un saluto ciao bello.

 

 

interessantissima scheda...anche io da ragazzino ho assaggiato il frutto,stoppaccioso ma dolce

Share this post


Link to post
Share on other sites

ecco il fungo carrubo

 

ciao

a

Complimenti Alberto :good:

a te per le foto ed a tutti voi

per la meravigliosa scelta e realizzazione

di grande gusto estetico . :jawdrop:

Stupenda masseria... un vero gioiello.

Olivi e carrubi....paesaggio mediterraneo ad hoc.

 

andrea e patrizia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come sempre è un vero piacere seguire i vostri reportages spesso impreziositi

da chicche come questa, che mi dicono quanto la vacanza per voi non è il solo

spaparanzarsi in spiaggia o raggiungere vette, ma un viaggio completo, un guardare con interesse,

un capire le diversità, un cogliere le opportunità per accrescere la nostra conoscienza,

perchè avete la saggezza di chi sà di non sapere mai abbastanza.

 

Grazie Patrizia, grazie Andrea, per il tempo che ci dedicate, non per ostentare chissà che,

ma renderci partecipi della vostra sconfinata curiosità culturale! :friends:

 

 

 

PS: non ne sono certo perchè gli anni passati sono troppi tongue.gif

ma mi pare di ricordare che anche quì da noi ci fossero queste piante

e i loro frutti venivano dati in pasto agli animali, ma in alcuni casi,

vista la povertà, alcune famiglie ne facevano uso alimentare e....nell'ignoranza di quel tempo,

venivano spesso prese in giro, additate come se l'essere poveri e mangiare le carrube

fosse chissà quale colpa!!!

Chiederò ai miei vecchi, forse mi sapranno dire di più! :yes3:

Tanti anni fa anche qui da me il "caldi o'bej" (il venditore di castagne) ne aveva sul suo banchetto, le mangiavano anche noi ragazzi, non credo però di averne mai viste di queste piante nei dintorni, aspettiamo il nonno Patty, magari al sud (da lui) :lmao: crescevano ciao :friends:

 

E bravi.....tra due castagne ...un baccello di carrubo ci sta proprio bene :wink:

del resto il gusto del cioccolato si sposa bene con quello della castagna.

Interessante Pat la storia dei tuoi genitori: erano altri tempi e per necessità,

quando la pancia borbottava, non si storceva certamente la faccia per disgusto, ma anzi si

apprezzavano gusti che oggidì molti vanno a ricercare.....e non si sbaglia.

..è sempre una ricerca.....di conoscenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

proprio poche settimane fa non ero stato in gradi di spiegare da dove provenisse il termine carati e poi non ero andato a cercarlo... grazie!!

 

 

 

Come al solito sei un pungolo per risvegliare la mia curiosità. Molto interessante la storia del carato su wikipedia .

 

Grazie Andrea .

 

Si tratta sempre di cose che prima di voi hanno creato curiosità in me......del resto parlando di "carati"

insomma....se nel baccello avessi trovato qualcosa di prezioso.

Oppure ho letto troppi "Topolino" dove c'erano anche gli alberi dei "dollari" :scratch_one-s_head:

Share this post


Link to post
Share on other sites

bella scheda, anche io sono stato a Samos ma non l'ho visto, forse ero troppo concentrato sul mare.

 

Giovanni

 

E non hai sbagliato...i colori di quel mare erano meravigliosi

(appena riesco metterò le foto di questa ultima vacanza ...con grandi sorprese....non solo carrube )

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima volta che lo vedo, ad essere sincero i frutti credo di averli visti in qualche supermercato. :give_rose: :give_rose: :give_rose:

 

Effettivamente è capitato anche a me.

Adesso mi sono concentrato sulla farina del carrubo e l'ho vista presso un grande rivenditore

assieme alla farina dei semi (carissima ).....prima penserò a come utilizzarle , poi , se ci esce qualcosa di buono, le acquisterò :friends:

Share this post


Link to post
Share on other sites

spiegazioni molto interessanti ... grazie ... da me ci stanno tante piante di carrubo ed ogni tanto quando passo vicino

mi piace prendere una bacca matura e succhiare la sua polpa cosa che facevo spesso da ragazzino :derisive: ... dalle mie parti

viene pure usata per aromatizzare il file ferru, se avete qualche bacca provate non e' niente male ... :drinks:

 

Bene Ignazio

detto fatto

la grappa non è quella "file ferru"ma bensì grappa slovena

 

vediamo come viene. A qualche giorno dalla preparazione ha già acquisito un colore più ambrato.

Questa della foto è appena fatta.

:friends:

post-845-0-17698600-1346654462.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

:snoozer_05: Belle foto e meravigliosi alberi, quando ero piccolo ed ero in vacanza dai parenti in Puglia, ne vedevo parecchi in quelle zone, belli quando fruttificano. :friends:

Da piccolo ne avevo un'albero vicino casa,erano le mie "caramelle :biggrin: " molto buone bel reportage un' :hug2: Aldo

interessantissima scheda...anche io da ragazzino ho assaggiato il frutto,stoppaccioso ma dolce

 

Belle e buone

e come dice Aldo, probabilmente alcune varietà sono molto dolci se maturate al punto giusto da essere dolci come caramelle

Stoppacciose se non maturate al punto giusto ma nonostante tutto non male :hug2:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene Ignazio

detto fatto

la grappa non è quella "file ferru"ma bensì grappa slovena

 

vediamo come viene. A qualche giorno dalla preparazione ha già acquisito un colore più ambrato.

Questa della foto è appena fatta.

:friends:

 

:biggrin: :biggrin: :biggrin: vedo che non hai perso tempo ... spero ti piaccia sono sicuro che vien bene pure con la grappa slovena sicuramente meno aspra

del filu ferru .

:friends:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

APasseggionelBosco ODV

L'Associazione APB

Contatti: Soci - Forum - PEC

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use (privacy).