Vai al contenuto


Ultime novità nel forum

Immagine inserita


Foto

Zecca?!


  • Per cortesia connettiti per rispondere
140 risposte a questa discussione

#1 Gibbo

Gibbo

    VICE PRESIDENTE APB

  • Consiglio Direttivo 2017
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22843 messaggi
  • Location:Prato
  • Interests:.....tutto.

Inviato 29 aprile 2005 - 09:14

Eccolaaaaaa quest'anno la fotografo in tutte le salse....... :unsure:


Immagine inserita


Ciao.

Gibbo. :)

#2 patrizio

patrizio

    L'Incredibile

  • Soci APB
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10029 messaggi
  • Location:pavia

Inviato 29 aprile 2005 - 09:49

La foto è una meraviglia,il soggetto...puah!!! :stump: :lol: :hug. :lol2:

Tra zecche e zanzare...non sò chi vince la sfida...dei nostri tormenti!!! :lol: :unsure: :lol:

#3 MushroomBad

MushroomBad

    Porcino

  • Soci APB
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1122 messaggi
  • Location:Forte dei Marmi - VERSILIA

Inviato 29 aprile 2005 - 11:46

metto la mia.....

Allega Immagine(i)

  • zecca.jpg


#4 carletto

carletto

    Socio Fondatore

  • Soci APB
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14708 messaggi
  • Location:Lucca

Inviato 29 aprile 2005 - 12:25

Non credo che con la mia digitale possa mettere a fuoco un oggetto cosi' piccolo. :(
Mi fai venir voglia di cambiare macchina. :(

#5 telefunghen

telefunghen

    Socio Fondatore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6429 messaggi
  • Location:pontecorvo (FROSINONE)

Inviato 29 aprile 2005 - 12:57

Sabato scorso mentre uscivo dal bosco guardando i pantaloni in basso

:lol: me ne erano 3 , le ho bruciate :unsure:

comunque preferisco le zanzare :D


Ciao

#6 testa

testa

    Gran fungaiolo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3051 messaggi
  • Location:Breganze (VI)
  • Interests:la montagna,i libri, il cinema, ma soprattutto la cucina.....

Inviato 29 aprile 2005 - 14:18

Vi sfido a postare foto non di zecche adulte, ma bensi di ninfa che sono le più pericolose. ::EE::

Metto in palio una bottiglia di torcolato :hug.


comunque Giacomo la foto è favolosa per nitidezza dei particolari e per taglio di luce e deve trovare posto sicuro in archivio.

testa

Messaggio modificato da testa, 29 aprile 2005 - 14:20


#7 Romanus

Romanus

    oltre l'incredibile

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15521 messaggi

Inviato 29 aprile 2005 - 15:25

Prendo lo spunto dalla bella foto di Gibbo , per segnalare questo link .

Saperne di pù , non fa mai male . :MIERU:


::EE:: :hug.
Zecca

#8 baldacci

baldacci

    Gran fungaiolo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2617 messaggi
  • Location:reggio emilia

Inviato 18 maggio 2005 - 11:41

Allora questa mattina sono andato a fare un giretto per fare un paio di foto, ho fatto circa una decina di metri in un campo con l'erba sotto le ginocchia e poi sono tornato alla macchina perche' è venuto a piovere e contrariamente a quando vado nei boschi non mi sono controllato perche' è stato solo un attimo, un ora fa mi levo la maglietta per fare una doccia e che trovo :angry: attaccata e aveva gia' iniziato a succhiare perche' quando l'ho tolta un pochino dove mi ha punto ha sanguinato, l'ho tolta con le pinzette leggermente perche' era in superficie ed e' venuta via subito, io ho disinfettato e messo una pomata per le punture di insetto, c'è qualcosa di altro da fare?

Allego la foto della p.....a l'ultima in basso a sinistra l'avevo gia' bruciata mentre le altre era viva e si muoveva

Allega Immagine(i)

  • IMG_0344f.jpg

Messaggio modificato da baldacci, 18 maggio 2005 - 11:42


#9 carletto

carletto

    Socio Fondatore

  • Soci APB
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14708 messaggi
  • Location:Lucca

Inviato 18 maggio 2005 - 11:51

Devi tenere controllata la zona dove ti ha punto, io sto sempre controllando la mia del 25 aprile. Speriamo non succeda niente , altrimenti l'eritema migrante puo' comparire anche dopo 15-20- 30 giorni a quel punto speriamo di no se ne riparla,
anch'io sono in osservazione.

#10 patrizio

patrizio

    L'Incredibile

  • Soci APB
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10029 messaggi
  • Location:pavia

Inviato 18 maggio 2005 - 11:52

Ale,se è venuta via intera,penso che non ci siano problemi!! ;) :wub:

Comunque,se c'è qualche amico medico collegato è meglio che sia lui a dirtelo!! :)

Mi spiace per la tua disavventura :( e sono inc.....o con queste bestiacce!! :wub: :e:e: :angry:

#11 Gibbo

Gibbo

    VICE PRESIDENTE APB

  • Consiglio Direttivo 2017
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22843 messaggi
  • Location:Prato
  • Interests:.....tutto.

Inviato 18 maggio 2005 - 12:13

....concordo con Carletto,
ma non farti prendere da grandi timori,
deve rimanere attaccata per almeno più di 48 ore
per dare problemi,
e poi sinceramente io me ne tolgo così tante.... :(
Farci attenzione è obbligo,
ma senza grandi paure.
Tieni presenti che lo scorso anno me ne sono staccate più di 20.... :angry:

Gibbo. :)

#12 Buteo

Buteo

    Marzuolo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 511 messaggi

Inviato 18 maggio 2005 - 12:20

Anch'io dopo tanti anni di onorata frequentazione boschiva me ne sono beccata una sul braccio e sono in osservazione, però io sono andato i ospedale e lì dopo vari tentativi senza successo l'hanno asportata (5 punti di sutura senza anestesia), e prescritto tonnellate di antibiotici (1 gr al dì di doxocicline per venti gg).
La possibilità di essere contagiati è molto diversa a seconda delle zone d'Italia e dipende strattamente dal tempo di permanenza. Di solito dopo 36-48 ore di permanenza è molto più probabile essere infettati.
Le zecche portano una decina di malattie virali (ulmpra docet), la rickettsiosi, il morbo di lyme...
Il ciclo delle zecche è connesso a seconda della specie con piccioni, cani, pecore e roditori selvatici (la mia era da pecore, vicino ad uno stazzo)...solitamente i mammiferi selvatici (cervi, caprioli, cinghiali) riescono a liberarsene facendo i bagni di fango e conseguente grattata sui tronchi, mentre ricci e roditori vari sono sempre pieni....

#13 carletto

carletto

    Socio Fondatore

  • Soci APB
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14708 messaggi
  • Location:Lucca

Inviato 18 maggio 2005 - 12:25

Il lazio non credo abbia una casistica di infezioni superiore alla toscana,
allora perche' applicano un protocollo diverso, facendo fare subito gli antibiotici?

#14 cinzia

cinzia

    Socio Fondatore

  • Soci APB
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4525 messaggi
  • Location:Padova
  • Interests:Montagna, flora, fauna, mountainbike, sci di fondo e sono pure mastro birraio

Inviato 18 maggio 2005 - 12:26

Ciao Alessandro

non dovrebbero esserci problemi per la Borelliosi perchè sembra che il batterio sia trasmesso dalla zecca se questa resta attaccata per almeno 36 ore. Così è riportato nei siti del ministero della salute americano (NIH) e il quello dell'apposita commissione europea che da ormai 10 anni pubblicano continui aggiornamenti su quello che è ormai un problema mondiale.

Se proprio vuoi essere più tranquillo puoi disinfettare le punture per alcuni giorni con una pomata a base di tetraciclina, tipo Auremi...a, e tenerti controllato per alcune settimane per verificare che non appaia l'eritema migrante. Quando frequentavo spesso le Dolomiti Bellunesi io usavo sempre questa piccola precauzione, perchè prendevo parecchie zecche, tanto che qualche anno fa per scrupolo feci anche le analisi del sangue per verificare la presenza di anticorpi anti-borrelia, allora disponibili solamente a Feltre ma ora eseguite da molti ospedali pubblici.

Se hai proprio tanta paura l'alternativa sono le tetracicline per via orale per 15-20 giorni ma questo non è il massimo per l'organismo e personalmente te lo sconsiglio.

Cinzia

#15 cinzia

cinzia

    Socio Fondatore

  • Soci APB
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4525 messaggi
  • Location:Padova
  • Interests:Montagna, flora, fauna, mountainbike, sci di fondo e sono pure mastro birraio

Inviato 18 maggio 2005 - 12:36

Anch'io dopo tanti anni di onorata frequentazione boschiva me ne sono beccata una sul braccio e sono in osservazione, però io sono andato i ospedale e lì dopo vari tentativi senza successo l'hanno asportata (5 punti di sutura senza anestesia), e prescritto tonnellate di antibiotici (1 gr al dì di doxocicline per venti gg).
La possibilità di essere contagiati è molto diversa a seconda delle zone d'Italia e dipende strattamente dal tempo di permanenza. Di solito dopo 36-48 ore di permanenza è molto più probabile essere infettati.
Le zecche portano una decina di malattie virali (ulmpra docet), la rickettsiosi, il morbo di lyme...
Il ciclo delle zecche è connesso a seconda della specie con piccioni, cani, pecore e roditori selvatici (la mia era da pecore, vicino ad uno stazzo)...solitamente i mammiferi selvatici (cervi, caprioli, cinghiali) riescono a liberarsene facendo i bagni di fango e conseguente grattata sui tronchi, mentre ricci e roditori vari sono sempre pieni....

<{POST_SNAPBACK}>


E' vero che le zecche portano una lunga serie di malattie infettive, ma al momento le emergenze sono legate al batterio Borrelia burgdoferi che causa la Borelliosi e al virus dell'encefalite TBE (Tick born Enkefalitis). Mentre la prima si cura con un ciclo di antibiotici per tre settimane, comunque un bel colpo per l'organismo, per l'encefalite non ci sono cure e infatti in molti paesi europei è distribuito un vaccino per il personale a rischio, soprattutto lavoratori forestali.

Ricordo che l'esplosione delle zecche è un problema più che decennale e riguarda Asia, Europa e Nord America, tanto che sia le autorità Statunitensi che la Commissione Europea hanno da anni costituito degli enti appositi per monitorare e studiare il problema, nei loro siti internet si trova moltissima documentazione scientifica sul problema e anche tutti i consigli per le profilassi preventiva e curativa.

Cinzia

PS fino a poco tempo fa il vaccino per la TBE non era disponibile in Italia e i forestali triveneti andavano a farselo (privatamente) in Austria, ora non so se il Ministero ne ha permesso la vendita, visto che è ormai testato e usato da molti anni. Per inciso nel Veneto ci sono stati alcuni casi di TBE nel Bellunese non distante dal capoluogo la cui periferia è pure infestata.